Noelia, insegnante con sindrome di Down

noeliaQuando, da bambina, la scuola materna l’aveva respinta, bollandola come «diversa», non avrebbe mai potuto immaginare che, a 31 anni, sarebbe diventata una maestra di una classe di bambini. Noelia Garella è la prima insegnante con sindrome di Down dell’Argentina: lavora nella scuola materna Jeromito a Cordoba.

I suoi alunni hanno due e tre anni. «Adoro questo lavoro – spiega a The Independent -. Fin da quando ero piccola, ho sempre sognato di fare l’insegnante, perché mi piacciono tantissimo i bambini».

E se qualcuno aveva dei dubbi sulla sua capacità di prendersi questa responsabilità, gli altri insegnanti, i genitori dei bambini e il sindaco erano sicuri che non ci fosse motivo di impedire a Noelia di insegnare.

hqdefaultAlejandra Senestrari, l’ex direttrice della scuola che ha assunto la maestra, spiega: «Con il tempo, anche quelli che si erano opposti, hanno capito che Noelia fosse una ottima insegnante.  Ci siamo resi tutti conto, molto rapidamente, che aveva una forte vocazione. Ha dato ai suoi bambini ciò che apprezzano di più: l’amore».

Il percorso lavorativo di Garella è il primo, di questo tipo, inAmerica Latina, dove, in passato, ci sono state molte polemiche sull’opportunità di accettare ragazzi con sindrome di Down nella scuola pubblica. Figuriamoci gli insegnanti.

«Sto sempre bene con i bambini – spiega la maestra -. I loro genitori mi amano e i colleghi sono meravigliosi». Nel tempo libero, le piace ballare latino americano, e sogna di diventare mamma. E’ fidanzata.

«Nella mia classe c’è anche un alunno con la sindrome di Down. È un bimbo meraviglioso. Ed è bello trovare qualcuno che sia nato come me».

Lascia un commento