Letizia, il film

Per chi ancora non conoscesse Letizia, è difficile descriverla perché ogni aggettivo, ogni tentativo di circoscriverla in un ambito particolare (scuola, fotografia, ecc…) è limitante.
Si può dire che Letizia è speciale, ma non per la sindrome da cui è affetta. E’ speciale perché ama la vita e concretizza questo amore spendendosi ogni giorno al massimo.

IMG_6827Per la cronaca, Letizia, figlia di Maurizio e di Ester, sorella di Martina e di Giovanna, ha 24 anni, lavora in un asilo e ha un talento per la fotografia.

Ed è proprio la fotografia, la sua passione, che l’ha fatta conoscere al pubblico. Lei, con in mano la sua “grande Canon” come ama chiamarla, regalata dal padre Maurizio, si è mostrata a tutti, paradossalmente, mettendosi dietro ad una macchina fotografica. Si dice che “la disabilità è negli occhi di chi guarda” e forse solo in questo modo poteva aiutare il prossimo a conoscerla per quello che è realmente.

Dicono di lei:
“Letizia ci mostra delle cose che noi non riusciamo a vedere…”, “…con la macchina fotografica in mano è come se partecipasse alla realtà…”, “…mette a nudo la sostanza delle cose…” e “… Letizia è come se fosse un sacchetto di té. A vederla è una cosa piccolina, ma se ci metti acqua, se ci metti passione, è qualcosa di incredibile”.

Letizia, consapevole di aver ricevuto un dono, lo offre e si offre in un film/documentario sulla sua vita. Sarà, dicono nella sua pagina facebook (pagina ufficiale) un documentario “in cui non troverete cose sensazionalistiche. Ci saranno le fotografie, certo, ma se ne parlerà all’interno della vita normale, di tutti i giorni. La vita normale significa anche il lavoro ma, visti i recenti fatti, evidentemente non lo si può dare per scontato… per  questo lo raccontiamo”.

Se mi chiedessero chi è Letizia direi che non posso rispondere a questa domanda: Letizia è una sorpresa, sempre nuova, e nel momento in cui la descrivo, lei si è già superata.

Lascia un commento