Le vacanze? Ce le raccontano le persone con sindrome di Down

NARDO’ – Oggi alle ore 17:30, A Nardò, presso la sede della sezione di Lecce dell’Associazione Italiana Persone Down, piazza Caduti di via Fani n. 2, verrà presentata la guida turistica essenziale “Le mie vacanze a Nardò”.

La guida è stata realizzata da un gruppo di persone con sindrome di Down ed è la prima guida della Città nella quale viene utilizzato un linguaggio comprensibile, adatto a persone con disabilità intellettiva, con un livello di istruzione basilare, stranieri con scarsa conoscenza della lingua italiana.

L’iniziativa è stata accolta e inserita dall’Assessore Flavio Maglio nel progetto “N.O. BARRIER” nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea “Grecia-Italia 2007-2013”, che prevede il rafforzamento dei percorsi di inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso il “turismo sostenibile”.

Il progetto “NO BARRIER” fa riferimento non solo alle barriere di tipo fisico-materiale, ma anche agli ostacoli culturali e sociali che allontanano le persone disabili dalla fruizione turistica.

Le difficoltà che può incontrare una persona con disabilità intellettiva sono state vissute in prima persona e la guida è il risultato dell’ adattamento alle loro capacità.

Questa esperienza ha anche dato la possibilità alle persone con sindrome di Down di essere protagoniste. L’augurioè che possa contribuire a far superare i pregiudizi che ancora ostacolano la loro inclusione sociale.

All’evento sono stati invitati a intervenire il Sindaco di Nardò Marcello Risi e gli Assessori Flavio Maglio e Carlo Falangone, il Presidente della Provincia Antonio Gabellone, il ricercatore Mario Mennonna.

Introdurrà la presidente dell’A.I.P.D. Maria Teresa Calignano, a seguire le testimonianze di Monica Giannelli e Serena Rainò, persone con sindrome di Down che hanno lavorato alla realizzazione della guida.

La guida in formato PDF potrà essere scaricata gratuitamente dal sito www.aipdlecce.it a partire dal 14/11/2014.

M. Teresa Calignano

Lascia un commento