L’amore non ha barriere

L’Aipd in un video racconta che la «vita affettiva delle persone Down è una realtà importante come per la vita di tutti. L’amore non ha barriere» 

Simona e Lorenzo, Agnese e Nicolò, Paolo e Giulia, Elisabetta e Paolo, Matteo e Giulia e Orazio e Giulia raccontano in un breve video da quanto sono fidanzati, perché si piacciono e che cosa è per loro l’amore. In occasione di San Valentino l’Associazione Italiana Persone Down vuole ricordare che «la vita affettiva delle persone con sindrome Down è una realtà importante come per la vita di tutti e che l’amore non ha alcuna barriera».

L’associazione Aipd, nata
nel 1979 da un piccolo gruppo di famiglie con il nome di Associazione Bambini Down, oggi insegna a educatori, assistenti, insegnanti ed altre persone come si aiutano le persone con la sindrome di Down e le loro famiglie. Parla con i politici per far rispettare le leggi che ci sono e per fare altre leggi per aiutare le persone con la sindrome di Down a stare meglio. Inoltre vuole che tutte le associazioni che si occupano di sindrome di Down in tutto il mondo parlino fra di loro per conoscersi e scambiarsi idee e progetti.

Lascia un commento