Giornata mondiale sulla sindrome di Down, parte la campagna di sensibilizzazione.

 Tante iniziative in tutto il mondo

Andare a vivere da soli, in una casa propria, è il sogno di molte coppie. Anche le persone con sindrome di Down hanno gli stessi desideri di chiunque altro, e hanno il diritto di vivere una relazione sentimentale, di scegliere una vita autonoma e di costruirsi una famiglia. Stesse opportunità e possibilità di scelta: a questo tema è dedicata la decima edizione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, in programma sabato 21 marzo 2015.

In Italia, CoorDown Onlus – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down – celebra il World Down Syndrome Day attraverso una campagna di sensibilizzazione, in collaborazione con l’agenzia di pubblicità Saatchi & Saatchi, per promuovere l’importanza dell’autonomia e il diritto a scegliere una dimensione residenziale indipendente. Al progetto partecipano ufficialmente sette associazioni in rappresentanza dei seguenti Paesi: Australia, Brasile, Giappone, Inghilterra, Nuova Zelanda, Spagna e Usa.

Lunedì 16 marzo la nuova campagna, dal titolo «The Special Proposal», sarà live sul canale YouTube di CoorDown: i protagonisti del docu–reality sono Salvatore e Caterina, una coppia di adulti con sindrome di Down che da anni sta seguendo un percorso di autonomia abitativa e che ha il sogno di andare a vivere insieme. Anche quest’anno la Lega Serie A sosterrà la Giornata Mondiale sulla sindrome di Down in occasione del 27mo turno della Serie A TIM, in programma il 14, 15 e 16 marzo. La campagna di CoorDown sarà promossa attraverso l’ingresso di alcuni bambini in campo, l’esposizione del consueto striscione e lo spot trasmesso sui maxischermi all’interno dei dieci stadi delle squadre che giocano in casa: Atalanta, Cagliari, Fiorentina, Genoa, Hellas Verona, Inter, Palermo, Roma, Sassuolo e Torino.

Lascia un commento