Foto di Letizia

Ester ci racconta come nascono le foto di sua figlia Letizia.

Le foto della Leti si evolvono, cambiano, sono sempre una sorpresa.

Le foto del gabbiano sono una sequenza meravigliosa che fa capire come Letizia “lavora la fotografia”.
Una serie di scatti quasi simili per arrivare al “Massimo” , ovviamente a quello che secondo il suo parere e’ il suo massimo e che decide solo lei.

Quelle della fontana di piazza Navona sono lavorate allo stesso modo: Gli zampilli sono secondo me, singolarmente meravigliosi, uno più bello dell’altro. Lei gira, osserva, si ferma, scatta, si incanta, si sposta, si riposiziona, scatta, il resto non esiste.  In quei momenti se la chiami non ti sente nemmeno.
A volte l’operazione dura un quarto d’ora, a volte di più. Se trova il soggetto giusto può anche arrivare a fare 20 scatti.

 

Racconto velocemente invece come sono nate le foto dei nomi dei morti a Ground zero in New York.

Giravamo a Ground zero perché era la prima volta che lo vedevamo, eravamo ovviamente incuriositi, sia per l’attualità che rappresenta sia per la costruzione architettonica che è assolutamente moderna e (caso strano) bellissima.

Letizia girava con la sua macchina fotografica, prima ha attaccato a fotografare una aiuola fiorita a lato della piazza, poi l’abbiamo persa di vista per ritrovarla subito dopo sul bordo della piscina/fontana che sostituisce il buco lasciato dalle torri gemelle, bordo sul quale sono incisi (come si vede nelle foto) i nomi delle vittime dell’11 settembre. Ci siamo avvicinati e abbiamo visto che procedeva in questo modo: piano, sotto voce, prima leggeva il nome scritto poi lo fotografava. È andata avanti così per mezzora.

Il risultato è stato sorprendente, ci siamo trovati davanti a decine di scatti di singoli nomi, dei singoli morti.

Riflettendoci pensavamo: In effetti a quell’ora, in quel giorno non sono morti centinaia di americani ma sono morte le singole persone, le singole storie, le singole donne e i singoli uomini…con quei nomi. Lei ha fotografato con questa coscienza?
Non so, non saprei, so che nessuno l’ha fatto prima. Ester

Altre gallerie di Letizia: